Caratteristiche Descrizione dei fiori: Le cime di sepali sterili, sono stellati e doppi, e circondano i fiori fertili all’interno, raggiungendo la perfezione della forma nella semplicità.
Colore del fiore: Il fiore cambia colore a seconda del pH del terreno, con fiori viola-blu in suolo acido e rosa su terreni alcalini.
Periodo di fioritura: I fiori prodotti a inizio estate, sono portati fino all’autunno; secchi, sono interessanti anche in inverno.
Foglie: Grandi (lunghe 20 cm, larghe 15 circa), di forma ovale, dentate e verdi scure, lucide; caduche.
Profumo: – Dimensioni: Alta fino a 120, 150 cm.

Coltivazione   Esposizione: Mezz’ombra, ombra, sole del mattino.
Terreno: Ben drenato; ricco, in particolare di ferro, per fiorire bene.
Irrigazione: Al bisogno; più frequente in estate in caso di siccità prolungata.
Resistenza al gelo: USDA 6.

Cure  Potatura:  Fiorisce sul legno vecchio. Di conseguenza, a causa di un inverno particolarmente rigido o per sconsiderati tagli dei rami bassi si perderebbero i boccioli di fiori che si sono formati sul legno vecchio (crescita dell’anno precedente). Passate le gelate, vanno solo rimossi i rami secchi, i fiori secchi e i rami più vecchi di 4 anni per rinnovare la pianta, tenendo man mano i rami giovani dritti, sani e robusti.
Propagazione: Da talea a fine estate, con almeno 20°C.

Note d’interesse  Uso in cucina: Le foglie giovani, essiccate vengono utilizzate per fare un tè dolce chiamato “tè del cielo”, utilizzato nelle cerimonie buddiste. Le foglie contengono Phyllodulcin, una sostanza molto dolce che può essere usata come sostituto dello zucchero e che non alza la glicemia. Una piccola foglia è sufficiente per addolcire una tazza di tè. Anche le foglie più vecchie possono essere essiccate, ridotte in polvere e utilizzate per aromatizzante gli alimenti. Le foglie giovani e i germogli sono anche mangiati cotti.
Proprietà erboristiche: Foglie, radici e fiori sono antimalarici, antitosse e diuretici.